Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezioneCookie Policy


Sei qui: HomeAnalisiIndici Azionari UsaSP500 GANN ANALYSIS 29 DICEMBRE 2014

SP500 GANN ANALYSIS 29 DICEMBRE 2014

Share

CONTENUTO RISERVATO AGLI UTENTI CON ABBONAMENTO AL SERVIZIO PREMIUM FUTURE

L'indice S&P500 ha fatto registrare il nuovo massimo assoluto nella seduta del 26 dicembre, sul valore 2092.70 in esatta corrispondenza di un livello prezzo-tempo (2093) importante per questa fine dell'anno, individuato da una dinamica planetaria di lungo periodo. Sopra questo livello la prossima resistenza è posizionata a 2098-2099. L'anno 2014 si chiude sui massimi di sempre, smentendo la statistica del cosiddetto "effetto gennaio", che prevedeva un anno di ribasso in corrispondenza del ribasso che si è avuto nel mese di gennaio. Guardando il chart mensile abbiamo avuto solo 3 mesi di barre negative su 12, a testimonianza della solidità del trend rialzista. Le due barre di ottobre e dicembre, con le profonde low shadows, confermano la tendenza al recupero immediato delle posizioni anche i periodi di elevata volatilità. Per gli indici azionari americani e per l'indice S&P500 in particolare il 2014 è stato l'anno dei records: quello di venerdì 26 è stato il 53° record dell'anno, in conformità a quanto andiamo dicendo da mesi ed a quanto abbiamo anticipato nel mese di novembre. Mai l'indice SP500 ha mostrato una tale costanza di salita. Rendimento annuo oltre il 15%.

Il valore attualmente raggiunto può rappresentare un livello di resistenza importante: è possibile assistere ad una fase di correzione, che comunque va trattata inizialmente come un fisiologico riassorbimento dell'ipercomprato accumulato sui time frames veloci.

La parte finale del 2014 e le prime sedute del 2015 rientrano in un importante set up planetario che potrebbe ospitare un massimo sul Main Trend Daily. Sul grafico di tre giorni è presente ancora una divergenza, con la possibile formazione di massimo fuori conteggio. Anche su SP500 quindi iniziamo a valutare un prudente reverse operativo, così come abbiamo fatto per il Dow Jones sul livello 18067, inizialmente con strutture ribassiste di opzioni senza operare ancora direttamente sul future, per evitare di dover attendere oltre il dovuto con posizioni aperte contro il trend.

Il future corrente (ESH5) è quello scadenza marzo, la struttura di opzioni scelta avrà scadenze gennaio e febbraio e strike centrati inizialmente in area 2000. Non escludiamo code rialziste con escursioni sopra i 2100, ma restiamo dell'idea che tra le prossime sedute potremo assistere alla formazione di un massimo su Main Trend Daily. Prossime sedute di set-up 30 dicembre e 5 gennaio.

S&P500 MAIN TREND DAILY CHART :

b_780_600_16777215_00_images_stories_GraficiSP5002014_SP50029dic14d.png

S&P500 MAIN TREND WEEKLY CHART :

b_780_600_16777215_00_images_stories_GraficiSP5002014_SP50029dic14w.png

 

S&P500 MAIN TREND 3-DAILY CHART :

b_780_600_16777215_00_images_stories_GraficiSP5002014_SP50029dic14d3.png

S&P500 MAIN TREND MONTHLY CHART :

b_780_600_16777215_00_images_stories_GraficiSP5002014_SP50029dic14m.png

Cerca

CB Login

CB Online

Nessuno

Statistics

Visitatori
1484
Articoli
1482
Web Links
13
Visite agli articoli
4793243
Vai all'inizio della pagina