Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezioneCookie Policy


Sei qui: HomeAnalisiIndici Azionari UsaIL DOW JONES INDUSTRIAL ED I GRANDI CICLI PLANETARI

IL DOW JONES INDUSTRIAL ED I GRANDI CICLI PLANETARI

Share

 

Dall'insegnamento di W. D. Gann, un'ipotesi affascinante ed attuale sull'indice Dow Jones Industrial e sulla continuazione del più grande mercato toro della storia fino al

 2016-2017, che sarà seguito tra il 2018 ed il 2022 dal più grande panico di sempre.

Siamo al 20 di maggio del 2013 e la borsa americana continua ad aggiornare i massimi storici. L’indice Dow Jones Industrial Average ha superato il 15 maggio per la prima volta nella storia la quota 15300 punti, aggiornando il massimo storico a 15357.40 in chiusura di settimana, il 17 maggio.

Per avere una prospettiva più di lungo termine analizziamo dettagliatamente la sua storia, partendo dalle origini, analizzando i dati e le date storiche, come ci ha insegnato W. D. Gann.

La storia della Borsa americana.

17 Maggio 1792 Nasce il NYSE

Il New York Stock & Exchange (NYSE), ha origine il 17 Maggio 1792, con il Buttonwood Agreement (l'accordo del Platano), con cui ventiquattro agenti di borsa, al numero 68 di Wall Street di New York, sotto un platano, siglarono un accordo che aveva due condizioni: 1) i mediatori dovevano trattare solo uno con l'altro, eliminando così i banditori, e 2) le commissioni dovevano essere 0,25%.

L'organizzazione redasse la sua costituzione l'8 marzo 1817, e coniò il nome stesso del "New York Stock & Exchange Board". Nel 1863, questo nome è stato ridotto alla sua forma moderna, "New York Stock Exchange".

I Principali Swing sul NYSE delle origini

1813 – Bottom prima del regolare rialzo nel 1835

1835 – Il più alto top fra 1792 – 1863

1842 - Bottom

1846 - Primo massimo

1859 – Inizio del ciclo di cinque anni, partenza del vasto rialzo durante la guerra civile

1877 - Minimo Intermedio

1882 - Massimo intermedio

1884 – Bottom

 

Nascita del Dow Jones Industrial Average

Nel 1884, sulla “Customer’s Afternoon Letter” (Lettera pomeridiana dei Clienti), quella che pochi anni dopo sarebbe diventata “The Wall Street Journal”, venne pubblicato il primo “Dow Jones Index”, il precursore del Dow Jones Industrial Average, e degli altri indici che compongono la famiglia Dow.       

La Customer’s Afternoon Letter era un quotidiano di due pagine pubblicato dalla Dow Jones e Co. dal 1883, e rappresenta il primo tentativo di comunicare il mondo della finanza al di fuori dei ristretti circoli delle elites di Wall Street. Oltre a questo, Dow e compagni furono i primi a intuire la necessità di un indice che potesse misurare l’andamento del mercato nel suo complesso.

L’obiettivo di Charles Dow – con quel suo indice, e altri che sviluppò in seguito – era quello di fondare una teoria generale del mercato che aiutasse a spiegarne e a prevederne i movimenti.

Nella prima versione del Dow Jones Index erano compresi undici titoli, scelti tra quelli più trattati del mercato: nove del settore ferroviario (il settore ferroviario era uno dei settori chiave per lo sviluppo economico di quei tempi, e i titoli “ferroviari” erano tra i più scambiati sul NYSE), la Western Union e la Pacific Mail Steamship. Era calcolato come una media semplice: i prezzi dei titoli venivano sommati, e il totale diviso per undici.

L’indice è stato “aggiornato” più volte nel corso del tempo per mantenere la rappresentatività dell’economia e del mercato azionario americano. Nel 1896 i titoli del paniere diventarono dodici; nel 1916, venti; e nel 1928 l’indice comprendeva trenta titoli. Da allora il numero dei titoli compresi nell’indice è rimasto quello, mentre diversi titoli sono stati sostituiti con altri.

Inoltre, Charles Dow “nel 1896, suddivise i titoli in due gruppi: il primo formato da titoli di società industriali, “the Industrial Average”, e il secondo da titoli di compagnie ferroviarie "the Rail Average" (chiamato in seguito “l’indice dei trasporti” Transportation Index)” [da Psicologia della Finanza, Lars Tvede, Etas, 2001, Milano]

Ad oggi, gli indici Dow Jones sono moltissimi. I più importanti e utilizzati sono l’Industrial Average , il Transportation Average, e l’Utilities Average.

LE DODICI COMPAGNIE ORIGINARIE DEL DOW JONES

COMPANY                               WHAT BECAME OF IT

American Cotton Oil      Distant ancestor of CPC International

American Sugar                        Evolved into Amstar Holdings

American Tobacco        Broken up in 1911 antitrust action

Chicago Gas                Absorbed by Peoples Gas, 1897

Distilling and Cattle Feeding     Whiskey trust evolved into Quantum Chemical

General Electric            Going strong and still in the DJIA

Laclede Gas                 Active, removed from DJIA in 1899

National Lead               Today's NL Industries

Tennessee Coal & Iron Absorbed by U.S. Steel in 1907

North American             Utility combine broken up in 1940's

U.S. Leather (preferred)            Dissolved in 1952

U.S. Rubber                 Became Uniroyal, now part of Michelin

 

CRONOLOGIA DEL DOW JONES INDUSTRIAL AVERAGE (DJIA)

Movimenti del primo anno (molto importanti):

L’INDICE nasce il 26 maggio 1896 ed è composto da 12 titoli ed ha un valore di chiusura a 40.94 (valore importante, che sarà replicato dal minimo del 1932 a 40.56, dopo la lunga crisi del 1929).

L'8 agosto 1896 l'indice registra un calo di 0,18 per chiudere a 28,48, minimo CLOSE nella storia DJIA.(W.D.Gann approssima questo valore a 28.50 nei suoi libri e nei suoi corsi). È il minimo storico.

2 novembre 1896 recupera il livello 40.93

12 novembre 1896 fa un massimo a 44.90

18 dicembre 1896 fa un minimo a 38.59

19 gennaio 1897 fa un massimo a 43.25

15 febbraio 1897 minimo a 39.74

3 marzo 1897 massimo a 42.29

31 marzo 1897 minimo a 39.47

8 aprile 1897 registra un massimo a 40.37

19 e 23 aprile 1897 doppio minimo a 38.49

10 settembre 1897 massimo a 55.82

Altri swings importanti del Dow Jones:

1899 – 5 settembre massimo a 77.61

1900 – 24 settembre 1900 minimo a 52.96

1901 – 17 giugno massimo a 78.26

1903 – 15 ottobre minimo a 42.25

1906 – 19 gennaio massimo a 103, dopo aver superato per la prima volta i 100 il 12 gennaio. Il massimo a 103 è un primo massimo storico. Inizia il mercato orso.

1907 – 15 novembre minimo a 53 dopo il “Panico dei banchieri”. Il Dow Jones ha perso il 50% dai massimi.

1909 – 19 novembre massimo a 100.53. Dopo 2 anni esatti ha recuperato quota 100.

1914 – 30 luglio minimo a 71.4.

A causa dello scoppio della guerra e di una consistente ondata di vendite la borsa di New York chiuse e riaprì solo il 12 dicembre 1914.

Nuova Fase

24 dicembre 1914 minimo a 53.17

3 novembre 1919 l'indice DJIA segnò un massimo a 119.62

24 agosto 1921 minimo a 63.9. L'ondata ribassista durò 22 mesi. Inizio del grande Mercato Toro. (congiunz Giove saturno in vergine)

20 marzo 1923 massimo a 105.5

27 ottobre 1923 minimo a 85.50

6 febbraio 1924 massimo a 101.5

14 maggio 1924 minimo a 88.75

6 marzo 1925 massimo a 123.50

30 marzo 1925 minimo a 115

11 febbraio 1926 massimo a 162.5

20 marzo 1926 minimo a 135.25

3 ottobre 1927 massimo a 199.78

22 ottobre 1927 minimo a 179.78

28 novembre 1928 massimo a 299.35

10 dicembre 1928 minimo a 254.50 con un ribasso di 44 punti in 12 giorni. Questa fu una delle reazioni correttive più violente dall'inizio del mercato torno nell'agosto del 1921.

1929

1 marzo raggiunge un massimo a 324.60

26 marzo 1929 minimo a 281

6 maggio 1929 massimo a 331

31 maggio minimo a 291

3 settembre raggiunge il suo picco di chiusura del mercato toro partito dal 1921, a 381,17, dopo un massimo intraday a 386.10. Il nuovo Massimo Storico.

28 ottobre l’indice precipita di 38,33 punti, con una perdita del 12,8 per cento del valore, chiudendo a 260,64.

29 ottobre precipita ancora di 30,57 a 230,07 ancora una perdita dell' 11,7 per cento del DJIA. In questi 2 giorni l'indice perde il 24,5 per cento in totale.

30 ottobre sale di 28.40 per chiudere a 258,47, il secondo più grande percentuale di guadagno del DJIA, fino 12,34%.

1931 6 ottobre sale del 12.86 per chiudere a 99,34, il più grande guadagno percentuale del DJIA, fino 14,87%.

1932 8 luglio cade 0,59 per chiudere a 41,22. Questo calo dal 3 settembre 1929 è pari a 339,95 per un calo percentuale del 89,19%. Il minimo intraday fu a 40.56. Fine del più devastante mercato orso della storia.

1954 26 novembre il DJIA supera per la prima volta il suo massimo storico 386.10 del 1929, dopo oltre 25 anni.

1972 14 novembre sale di 6,09 per chiudere a 1,003.16, prima storica chiusura sopra 1.000,00.

1974 6 dicembre Chiude a un minimo di 12 anni di 577.60, che termina il mercato orso peggiore dalla crisi del '29 .

1987 8 gennaio sale di 8,30 per chiudere a 2,002.25, prima chiusura sopra i 2.000,00.

1987 25 agosto il DJIA fa registrare un picco massimo a 2746.65

1987 16 ottobre crolla di 108.35 a 2,246.73, registrando per la prima volta una caduta di più di 100 punti.

1987 19 ottobre In una seduta di panico l'indice registra la perdita record di 507,99 a 1,738.74, un calo record del 22,6 %. Il giorno divenne noto come il Lunedi Nero. Questo è il più grande calo percentuale del DJIA.

1989 24 gennaio sale di 38.04 per chiudere a 2,256.43, riconquistando il suo livello di 16 ottobre 1987, per la prima volta dal Lunedi nero.

1991 17 aprile sale di 17,58 per chiudere a 3,004.46, prima chiusura sopra quota 3.000,00.

1995 23 febbraio sale di 30,28 per chiudere a 4,003.33, prima chiusura sopra 4,000.00

Nov.21 sale di 40.46 per chiudere a 5,023.55, prima chiusura sopra 5.000,00

1996 14 ottobre sale di 40.62 per chiudere a 6,010.00, prima chiusura sopra 6.000,00.

1997 13 febbraio sale di 60.81 per chiudere a 7,022.44, prima chiusura sopra 7.000,00.

16 luglio sale di 63.17 per chiudere a 8,038.88, prima chiusura sopra 8.000,00.

7 agosto il DJIA fa registrare un massimo a 8299.03 che sarà il massimo dell'anno.

27 ottobre cade 554,26 per chiudere a 7,161.15, il terzo più grande perdita nella storia del dollaro, in calo del 7,18%.

Il trading di tutti i titoli viene fermato due volte durante il giorno, prima interruzione dal 30 Marzo 1981, giorno del tentato assassinio del Presidente Reagan.

28 ottobre sale di 337,17 per chiudere a 7,498.32, il terzo più grande guadagno nella storia, fino 4,71%

1998

6 aprile sale di 49.82 per chiudere a 9,033.23, prima chiusura sopra 9.000,00.

20 luglio fa registrare un massimo a 9367,84.

31 agosto cade 512,61 per chiudere a 7,539.07 a 1,798.90 (19.26%), calo dal 17 luglio 1998.

Questo è il quarto più grande calo nella storia e l'indice perde tutti i guadagni dal 10 giugno 1997.

7 settembre sale di 380,53 per chiudere a 8,020.78, il quinto più grande guadagno nella storia, fino 4,98%.

16 ottobre sale a 117.40 per chiudere a 8,416.76, il più grande guadagno settimanale nella storia, fino 517,24.

1999

29 marzo Rises 184.54 per chiudere a 10,006.78, prima storica chiusura sopra 10.000,00.

3 maggio sale di 225.65 per chiudere a 11,014.69, prima chiusura sopra 11.000,00.

1 novembre Il DJIA si ricompone : quattro corporations escono dal listino, Chevron Corp., Goodyear Tire & Rubber Co., Sears, Roebuck & Co. e la Union Carbide Corp. e quattro società sono state aggiunte The Home Depot, Inc., Intel Corp., Microsoft Corp. e SBC Communications, Inc.

23 dicembre Rises 202,16 per chiudere a 11,405.76, prima chiudere sopra 11.400,00.

2000

14 gennaio sale di 140.55 per chiudere al massimo storico di 11,722.98, dopo un massimo intraday a 11750.30. Nuovo MASSIMO STORICO.

8 marzo minimo a 9,731.81 completa una discesa del 16,48% dal 14 gennaio

16 marzo sale di 499,19 per chiudere a 10,630.39, il più grande aumento in punti nella storia, fino 4,93%.

14 aprile cade 617,78 per chiudere a 10,305.77, la seconda più grande perdita nella storia, in calo del 5,66%.

18 ottobre minimo a 9657.23

6 novembre ritesta quota 11000

2001

22 marzo 2001 minimo a 9106.97

21 maggio sale di 36,18 per chiudere a 11,372.92 recuperando 1,983.44 (85%) dei 2,333.50 di +declino dal 14 gennaio 2000.

7 settembre cade 234.99 per chiudere a 9,605.85 1,767.07 caduta (15,5%) dal 21 maggio 2001.

11 set 2001 I mercati chiusi a causa di attacchi terroristici a New York e Washington,

I mercati riapriranno il 17 set 2001 dopo essere stati chiusi per 4 giorni di negoziazione. L'ultima volta che gli Stati Uniti hanno sospeso le borse per più di due sedute si è verificata nel marzo del 1933, quando il presidente Franklin Delano Roosevelt dichiarò una chiusura bancaria a livello nazionale per evitare un assalto alle banche.

17 settembre Discesa di 684,81 per chiudere a 8,920.70, la più grande perdita in punti nella storia, in calo del 7,13%.

21 settembre cade 140.40 per chiudere a 8,235.81, eliminando tutti i guadagni dal 30 luglio del 1997, oltre 4 anni dietro. Dal 21 maggio 2001 il mercato è diminuito di 3,137.11 per una perdita percentuale del 27.58. In una settimana da l'attacco terroristico del mercato è diminuita 1,369.70 per una perdita percentuale del 14,26%.

2002

23 luglio cade 82,24 per chiudere a 7,702.34. Il mercato è diminuito di 4,020.64, o 34%, dal 14 gennaio 2000.

24 luglio sale di 488,95 per chiudere a 8,191.29, la seconda più grande salita in punti nella storia, fino 6,35%.

29 luglio sale di 447,49 per chiudere a 8,711.88, il terzo più grande guadagno nella storia, fino 5,41%.

9 ottobre cade 215,22 per chiudere a 7,286.27. Il mercato è diminuito di 4,436.71, ovvero il 38%, dal massimo del 14 gennaio 2000.

10 ottobre 2002, minimo intraday a 7197.49 e fine del mercato orso.

15 ottobre sale di 378,28 e raggiunge a 8,255.28 per chiudere ancora una volta sopra 8.000

21 ottobre sale di 215,84 per chiudere a 8,538.24 nuova chiusura sopra 8.500

2003

12 marzo minimo a 7416.64, primo minimo del mercato toro

4 giugno sale di 116.03 per chiudere a 9,038.98 per chiudere ancora una volta sopra 9.000

Sep 02, sale di 107.45 per chiudere a 9,523.27 per chiudere ancora una volta sopra 9.500.

11 dicembre sale di 86,30 per chiudere a 10,008.16, prima chiusura sopra 10000 dal 27 maggio, 2002

2004-2005 trading range tra 9700 e 10900

2006

9 gennaio sale di 52.59 per chiudere a 11,011.90, prima chiusura sopra 11.000 dal 7 giu 2001.

3 ottobre sale di 56.99 per chiudere a 11,727.34, per stabilire nuovo record in chiusura di tutti i tempi, massimo precedente era il 14 gennaio 2000, 6 anni 9 mesi prima.

18 ottobre sale di 42.66 per chiudere a 11,992.68 dopo un massimpo intraday a 12,024.50

19 ottobre sale di 19.05 per chiudere a 12,011.73, prima chiusura sopra 12.000

Il DJIA è aumentato del 65% durante il periodo di quattro anni dal 9 ott 2002.

27 dicembre sale di 102.94 per chiudere a 12,510.57, prima chiusura sopra 12.500

2007

25 aprile sale di 135.95 per chiudere a 13,089.89, prima chiusura sopra 13.000

19 luglio sale di 82.19 per chiudere a 14,000.41, prima chiusura sopra 14.000

9 ottobre Rises 120.80 per chiudere a 14,164.53, prima chiusura sopra 14.100

10 ottobre massimo storico intraday a 14198.02

Il DJIA è salito 6,878.26, ovvero il 94%, dal minimo del 9 ottobre, 2002, 5 anni prima. Fine del mercato toro.

2008

15 settembre cade di 504,48 per chiudere a 10,917.51 sulla notizia del crollo di Lehman Brothers e Merrill Lynch

17 settembre cade 684,81 per chiudere a 8,920.70 sui timori di fallimento di salvataggio AIG

18 settembre sale di 410,3 per chiudere a 11,016.69 sulla notizia delle banche centrali mondiali iniettano miliardi e miliardi nei mercati del credito

19 settembre sale di 368.75 per chiudere a 11,388.44 su notizie del piano di bail out del governo

29 settembre cade 777,68 per chiudere a 10,365.45, giù 6,98%, la più grande perdita di punti nella storia

30 settembre sale 485,21 per chiudere a 10,850.66, il 4,68%

9 ottobre cade 678,91 per chiudere a 8,579.19, in calo del 7,33%

Il DJIA è caduto di 5,585.34, ovvero il 39% in un anno.

13 ottobre sale di 936,42 per chiudere a 9,389.61, in crescita del 11,08%, il più grande guadagno in punti della storia, il quarto più grande guadagno % nella storia

15 ottobre cade 733,08 per chiudere a 8,577.91, in calo del 7,87%, secondo il punto di perdita più grande nella storia

16 ottobre sale di 401,35 per chiudere a 8,879.26, in crescita del 4,02%

20 ottobre sale di 413,21 per chiudere a 9,265.43, in crescita del 4,67%

22 ottobre perde 514,45 per chiudere a 8,519.21, giù 5,69%

25 ottobre perde 312,3 per chiudere a 8,378.95, il DJIA è caduto 5,785.58, o 41% dal 9 OTTOBRE 2007

28 ottobre sale di 889,35 per chiudere a 9,069.12, in crescita del 10,88%, la seconda più grande salita in punti e il quinto più grande guadagno % nella storia

5 novembre cade 486,01 per chiudere a 9,139.37, in calo del 5,05%, dopo le elezioni presidenziali di Barack Obama

6 novembre cade 443,48 per chiudere a 8,695.79, in calo del 4,85%, il DJIA è caduto 929,49, ovvero 9,66% in due giorni

12 novembre cade 411,30 per chiudere a 8,282.66, in calo del 4,76%

13 novembre sale 552,59 per chiudere a 8,835.25, in crescita del 6,67%

19 Nov scende di 427,47 per chiudere a 7,997.28, in calo del 5,07%, il più basso minimo dal 14 Marzo 2003

Il DJIA è caduto 5,267.54, ovvero il 40% dal 1 gennaio 2008

20 novembre cade 444.99 per chiudere a 7,552.59, in calo del 5,56%, più minimo dal 23 giugno 1997

Il DJIA è cadutodi 5,712.23 o 43% dal 1 gennaio 2008

21 novembre sale di 494,13 per chiudere a 8,046.42, fino 6,54%, quinto aumento di punto della storia

1 dicembre cade di 679,95 per chiudere a 8,149.09, in calo del 7,70%, la quarta più grande perdita di punti e la dodicesima più grande perdita percentuale nella storia.

2009

DJIA ha aperto 1 gennaio a 8,772.75, Ciclo presidenziale di Obama inaugurato il 4 Novembre 2008 con Election Day a 9,323.89, e l'Inaguration Day a 8,279.63

9 marzo scende di 79,89 per chiudere a 6,547.05, giù 53,78% dal massimo storico il ott 9 2007, giù 25,37% dall'open del 2009. Minimo intraday il 6 marzo a 6469.95. Fine del mercato orso.

23 marzo sale di 497,48 per chiudere a 7,775.48, in crescita del 6,84%, il quinto più grande guadagno in punti della storia

1 giugno sale di 221,11 per chiudere a 8,721.44, in crescita del 33% dal minimo di quest'anno il 9 Marzo

8 giugno

Il DJIA ha delistato due aziende dalla suo listino, Citigroup, Inc. e General Motors Corp.

Le due aziende sono stati aggiunte Companies Traveleers. Inc. e Cisco Systems, Inc.

23 luglio sale di 188,03 per chiudere a 9,069.29, più alta chiusura dell'anno e il più alto massimo dal 5 novembre 2008

14 ottobre sale di 144.80 per chiudere a 10,005.86, più alta chiusura di questo anno e prima chiusura sopra 10.000 da 3 OTTOBRE 2008

2010 DJIA Inaugura 1 gennaio a 10,430.69, in crescita del 18,9% rispetto al 1° gen 2009

4 aprile sale di 8,62 per chiudere a 11,005.97, prima chiusura sopra 11.000 dal 26 settembre 2008

6 maggio cade 347.80 per chiudere a 10,520.37, durante il giorno di negoziazione ad un certo punto il DJIA è sceso di 998,50 punti a 9,869.62. è il giorno del Flash Crash!

8 ottobre sale di 57.90 per chiudere a 11,006.48

2011 DJIA Inaugurato 1 gennaio a 11,577.43, in crescita del 11% dall'apertura del 1 gennaio 2010

1 febbraio sale 148.23 per chiudere a 12,040.16, prima chiusura sopra 12000 dal 19 giugno 2008

2012 DJIA Inaugura il nuovo anno a gennaio a 12,221.19, in crescita del 5,6% rispetto al 1 Gennaio 2011

28 febbraio sale di 23.61 per chiudere a 13,005.12, prima chiusura sopra 13000 dal Apr 25, 2007, quasi 5 anni fa

24 settembre Il DJIA delista Kraft Foods, Inc. come componente delle trenta Corporations ed ha aggiunto UnitedHealth Group, Inc.

2013 DJIA Inaugura gennaio a 13,104.30, in crescita del 7,2% rispetto a gennaio 2012

1 febbraio sale di 149.21 per chiudere a 14,009.79, prima chiusura sopra 14.000 dal 9 ottobre 2007, oltre 5 anni fa

5 marzo sale di 125.95 per chiudere a 14,253.77, prima chiusura sopra 14.200 nuovo massimo storico.

Il DJIA è salito di 7,706.73 o 118% dal 03/09/09

7 marzo sale di 33.25 per chiudere a 14,329.49, prima chiusura sopra 14.300

7 maggio sale di 87,31 per chiudere a 15,056.20, prima chiusura sopra 15.000

15 maggio 2013 nuovo record storico sopra 15300

17 maggio 2013 record storico a 15357.40

 

I CICLI SINODICI E SIDERALI DEI PIANETI SCANDISCONO IL TEMPO DEI MERCATI

Analisi dei cicli astrologici: Il vero significato di "45 anni a Wall Street" è l’influenza del ciclo Saturno-Urano sulla Borsa americana.

Come prima cosa analizziamo le parole di Gann sui Grandi Cicli di Tempo. Nel Corso sulle Commodities (FORECASTING GRAINS BY TIME CYCLES) a pag.5 così li introduce:

"GRANDI CICLI DEL TEMPO:

CICLO DI 90 ANNI

Quando partiamo dall'Alba o dall'Orizzonte e misuriamo a Mezzogiorno, otteniamo un angolo di 90 gradi, che è verso l'alto e verso il basso guardando dal minimo. 90 mesi o 90 anni è un periodo di tempo molto importante. Il Ciclo di Tempo di 90 anni è uno dei più importanti, perchè è due volte 45. Questo periodo di tempo deve essere sempre guardato alla fine dei lunghi periodi di tempo. Per esempio:

1932 era 90 anni dopo il 1842. Studiate il prezzi del Grano attorno a queste date. 1850 e 1851, aggiungete 90 anni e ottenete 1940-41. Notate i minimi per il Grano in quel periodo. Giugno 1855 il Grano fa un massimo a 170. Dopo 90 anni abbiamo il 1945. Il Grano ha raggiunto un massimo nel mese di Giugno 1945 vendendo a 170, alcune opzioni a 168 e 169. Nel 1850-1851 ci fu un minimo estremo per il Grano. Aggiungiamo 45 anni ed otteniamo 1895, quando un nuovo minimo estremo è stato raggiunto. dal 1895 aggiungiamo di nuovo 45 anni ed otteniamo 1940.

CICLO DI 84 ANNI Questo ciclo si è ripetuto dal 1845 al 1852 ed ha portato prezzi di minimo nel 1929 e nel 1933.

CICLO DI 60 ANNI Compara 60 anni dai maggiori Massimi e Minimi e vedi come questo ciclo funziona.

CICLO DI 49 ANNI Il 49° anno si conclude un ciclo importante per il Grano e Massimi e Minimi estremi si verificano a 49-50 anni di distanza. Nota i minimi nel 1845 e 1846: dopo 50 anni c'è stato di nuovo un minimo estremo. Nota il masimo del 1867 e dopo 50 anni nel 1917 c'è stato il più alto Massimo Estremo per oltre 100 anni. Nota che nel 1932 e 1933 i minimi estremi erano a 80 anni di distanza dal 1952. Il Ciclo di 49 Anni è tra 225° e 240° nel secondo cerchio di 360°, essendo il periodo di 49 anni composto da 588 mesi. (588=360+228 quindi è 228°).Nota che 576 è la fine del 4° Quadrato del 12, che è un Quadrato fatale o "punto di morte", che rappresenta la tomba, la stagione invernale, la fine della vita di qualsiasi cosa e l'inizio del nuovo ciclo.

CICLO DI 45 ANNI Le cifre da 1 a 9, quando sono tutte sommate, danno per totale 45. 45° è l'angolo più importante. Quindi 45 anni di tempo è un ciclo molto importante. La metà di 45 è 22anni e mezzo o 270 mesi. Un quarto di 45 è 11 anni e un quarto o 135 mesi, che è 3 volte 45. Noterete l'importanza di questi punti sul Circle Chart 360. 1/8 di 45 è 5/8 o 67 mesi e mezzo. 1/16 di 45 è 33 e 3/4 mesi.

CICLO DI 30 ANNI Confronta 1845-1867 con 1895-1897 e 1925-1927.Compara 1914-1920 con 1944-1950.

CICLO DI 20 ANNI Questo è un ciclo molto importante perche è un terzo del Ciclo di 60 anni. 20 anni è pari a 240 mesi che è 2/3 del Cerchio di 360°

CICLI MINORI DI TEMPO

CICLO DI 13 ANNI - CICLO DI 10 ANNI - CICLO DI 7 ANNI - CICLO DI 5 ANNI - CICLO DI 3 ANNI - CICLO DI 1 ANNO"

Nei suoi scritti Gann resta sempre poco esplicito, ma tutti i cicli sopra elencati hanno la loro ragione nei periodi siderali e sinodici dei pianeti. Per un approfondimento maggiore suggerisco la lettura delle opere di Bradley Frank Cowan.

Partendo dalle considerazioni cicliche di Gann, e avvalendomi anche delle letture e degli approfondimenti di altri autori tra i quali Jensen, M.Jenkins, P.Mikula ed altri, ho elaborato un'ipotesi ciclica sull'indice Dow Jones Industrial che prevede il sostanziale proseguimento del mercato toro in atto, non senza fisiologiche correzioni, anche a breve termine, fino alla naturale conclusione del ciclo di 90 anni in cui è inserito, ciclo individuato e scandito dai movimenti sinodici dei pianeti Saturno e Urano.

Secondo questo modello, alla continuazione del ciclo rialzista corrisponderà un'espansione parabolica dei prezzi, che porterà gli indici su massimi attesi a valori da due a tre volte quelli attuali, come è stato per le precedenti bolle speculative.

Analizzando lo storico Dow Jones, completo dal 1896 e ricalcolato indietro fino all'origine del NYSE, ho potuto individuare la presenza di un grande ciclo di 90 anni per le maggiori bolle speculative, che avevano origine (origine intesa come ultimo minimo prima della bolla) in corrispondenza dell'opposizione tra i pianeti Saturno e Urano. Il periodo di opposizione, in coordinate geocentriche, dura da 1 a 2 anni, con più giorni di opposizione esatta per l'apparente moto retrogrado dei pianeti. Dai calcoli effettuati risulta che l'opposizione tra Saturno e Urano è un periodo preparatorio in cui avviene l'estremo minimo del mercato prima della partenza, attivata da un evento trigger determinato dall'altro pianeta maggiore Giove, in aspetto particolare con un pianeta minore (Marte o Venere), per l'ultimo rialzo del mercato toro, appunto la grande bolla speculativa.

La storia del Dow Jones è costellata di periodi di euforia e di panico, ma tra questi numerosi periodi quelli che hanno avuto maggiore impatto sui prezzi, e che sono maggiormente visibili sui grafici di lungo periodo, sono la bolla speculativa del 1836 e quella del 1929. Entrambe queste bolle speculative hanno avuto periodi di preparazione in corrispondenza dell'opposizione tra Saturno e Urano, ed hanno visto la loro esplosione con il panico assoluto in corrispondenza dell'aspetto a 270°, denominato Seconda Quadratura o Quadratura calante (Waning Square).

I periodi preparatori sono individuati dalle opposizioni del 1828 e del 1920, mentre le due esplosioni delle bolle ed il successivo panico durante le quadrature calanti del 1840 e del 1931. I minimi successivi con l'inizio dei nuovi cicli rialzisti si sono avuti nel 1842 e nel 1932.

Nel 2009, in corrispondenza dell'ultimo minimo degli indici azionari, si è avuta la nuova opposizione tra Saturno e Urano.

Anche allora, in corrispondenza dell'opposizione tra i due pianeti, si è avuto l'evento trigger, con Giove in aspetto con un pianeta minore. Se quello del 2009 è l'ultimo minimo estremo prima del mercato toro, allora è in preparazione un'altra bolla, che potrà portare l'indice Dow Jones a prezzi attesi tra le quattro e le sei volte il valore dell'ultimo minimo 6470, come è stato per le precedenti bolle speculative, quindi tra 25800 e 38800.

La fase finale del ciclo, in cui localizzare il massimo, è tra il 2016 e la fine del 2017 con panico tra il 2018 ed il 2020 e minimo finale per il nuovo ciclo nel 2021-2022.

L'esistenza del ciclo di 90 anni è riscontrata anche da altri studiosi di econometria. Ci sono ipotesi che legano questo ciclo al ciclo solare WOLF-GLEISSBERG.

 

Chi desidera approfondire gli argomenti trattati può contattarmi.

 

DOW JONES INDUSTRIAL ED IL CICLO SINODICO DI 45 ANNI SATURNO-URANO:

 b_780_600_16777215_00_images_stories_GraficiDowJones2013_djia_all_time_s-u_cycle.png

 

Cerca

CB Login

CB Online

Nessuno

Statistics

Visitatori
1458
Articoli
1448
Web Links
13
Visite agli articoli
3690575
Vai all'inizio della pagina