Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezioneCookie Policy


Sei qui: AnalisiCommoditiesWTI CRUDE OIL GANN ANALYSIS 11 MARZO 2015

WTI CRUDE OIL GANN ANALYSIS 11 MARZO 2015

Share

CONTENUTO RISERVATO AGLI UTENTI CON ABBONAMENTO AL SERVIZIO PREMIUM FUTURES

Riaccendiamo i fari sul future del petrolio.

Il future WTI crude ha fatto registrare un nuovo calo in queste ultime sedute, attestandosi sotto i 50 dollari, testando i supporti immediati in area 48.5. Le attese sono per una fase di consolidamento con possibilità di un nuovo test ai minimi dell'anno, in area 43.5 o poco più sotto. Il Main Trend Weekly indicator ancora non è riuscito ad invertire al rialzo la sua direzione, ed è in stand by da sei settimane. La situazione è molto interessante per le tecniche che usiamo soprattutto sui time frames lunghi. Infatti il minimo del 2009 a 33,55 (minimo fuori conteggio sul time frame weekly, segnale ancora attivo con target posizionato sopra al massimo storico 146.65) assume grande importanza anche sui time frames mensile trimestrale ed annuale.

Soprattutto sul time frame trimestrale il minimo di febbraio 2009 è un minimo fuori conteggio confermato, ed il target è sopra al massimo storico.

Sul time frame annuale, molto importante, questo minimo del 2009 è ancora fuori conteggio, e la situazione grafica ricorda molto da vicino quella del Nasdaq negli anni 2008-2009, quando il calo non assorbì il minimo del 2002 lasciandolo fuori conteggio e generando un successivo segnale rialzista con target superiore al massimo del 2000 che si sta realizzando in questi mesi (il Nasdaq Composite si è fatto un primo giro a quora 5000).

Quindi la situazione grafica di lungo periodo sul petrolio potrebbe riservare uno scenario simile, tanto più che ci sono segnali già confemati sui time frame settimanale e trimestrale che concordano con un target possibile nel lungo periodo sopra a 146.65, che è il target del segnale che ci attendiamo sul chart annuale.

Alla luce di queste considerazioni eventuali escursioni tra 33,55 e 45 ci vedranno compratori per il lungo periodo. Lo scenario è negato solo alla violazione del minimo 33.55 del febbraio 2009. Restiamo quindi in attesa di un'escursione sotto i 48-45 dollari per iniziare un pac sul WTI. Come strumenti oltre al future si possono utilizzare gli ETF. Primo target per il medio periodo è 61 dollari.

WTI CRUDE FUTURE MAIN TREND DAILY CHART :

b_780_600_16777215_00_images_stories_CommoditiesChart2015_Crude11mar15d.PNG

WTI CRUDE FUTURE MAIN TREND WEEKLY CHART :

 

b_780_600_16777215_00_images_stories_CommoditiesChart2015_Crude11mar15w.PNG

WTI CRUDE FUTURE MAIN TREND MONTHLY CHART :

b_780_600_16777215_00_images_stories_CommoditiesChart2015_Crude11mar15m.PNG

WTI CRUDE FUTURE MAIN TREND QUATERLY CHART :

 

b_780_600_16777215_00_images_stories_CommoditiesChart2015_Crude11mar15q.PNG

WTI CRUDE FUTURE MAIN TREND YEARLY CHART :

b_780_600_16777215_00_images_stories_CommoditiesChart2015_Crude11mar15y.PNG

Cerca

CB Login

CB Online

Nessuno

Statistics

Visitatori
1456
Articoli
1447
Web Links
13
Visite agli articoli
3631801
Vai all'inizio della pagina